CaivanoCittàPrimo Piano

La camorra “mette le mani” sugli alloggi del Parco Verde!

Quello che molti immaginavano, adesso, è un fatto documentato dall’iniziativa della Direzione Straordinaria Antimafia che ha accertato che all’interno del Parco Verde di Caivano il diritto alla casa è a discrezione del “boss” della zona.

Questo emergerebbe da un registro ritrovato nel Parco Verde nel quale sono riportate a penna i soggetti che possono occupare un’abitazione.

Una vicenda, non nuova, che già era emersa in precedenti indagini a Ponticelli e Scampia, che testimonia l’infiltrazione dell’organizzazione criminale all’interno di questi quartieri che, a seconda degli equilibri sul territorio, estromettono dalle case i perdenti negli scontri criminali ma anche i legittimi assegnatari degli alloggi.

Una situazione ormai fuori controllo che rende più urgente una verifica di chi sono attualmente gli occupanti del Parco Verde, iniziativa tra l’altro già da anni richiesta dall’Autorità Giudiziaria e dalla Procura della Corte dei Conti in relazione al mancato pagamento dei canoni.